Meteo, previsioni, natura, ecologia ec.....

Chiacchiere e pensieri sparsi...quello che ci passa per la testa

Re: Meteo, previsioni, natura, ecologia ec.....

Messaggioda president » martedì 1 ottobre 2019, 17:33

UDINE - E' attesa per mercoledì 2 ottobre una forte perturbazione che interesserà il Friuli Venezia Giulia. Un vero spartiacque tra estate e autunno, con le temperature che sono destinate a calare sensibilmente. La Protezione Civile Fvg ha diramato un'allerta meteo per l'intera giornata di mercoledì (dalle 6 del mattino alle 23.55) interesserà, in particolare, le zone limitrofe alla città di Udine e la pianura, insieme alla provincia triestina.
Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
 
Messaggi: 26933
Iscritto il: domenica 3 febbraio 2008, 2:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Meteo, previsioni, natura, ecologia ec.....

Messaggioda andrew » martedì 1 ottobre 2019, 18:00

Andrò a bere il coffee alle 23.56.
Una BMW per andare al bar ed in conce per i richiami, una Yamaha per andare sulle mulattiere ed un KTM per viaggiare
Avatar utente
andrew
 
Messaggi: 1058
Iscritto il: venerdì 29 maggio 2009, 23:25

Re: Meteo, previsioni, natura, ecologia ec.....

Messaggioda president » mercoledì 9 ottobre 2019, 15:11

METEO BUONO QUESTO WEEK END sabato al mare Barcolana . Domenica montagna Zermula
Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
 
Messaggi: 26933
Iscritto il: domenica 3 febbraio 2008, 2:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Meteo, previsioni, natura, ecologia ec.....

Messaggioda president » lunedì 11 novembre 2019, 17:57

Profonde depressioni si sviluppano sul Mediterraneo, nuova fase di maltempo in arrivo sulla nostra regione.
Settimana che inizia subito con un peggioramento del tempo sulla nostra regione a causa di un profondo vortice depressionario posizionato attualmente sul Tirreno meridionale. Questo vortice alimentato da aria più fredda in quota e da un Mediterraneo ancora caldo, risulta un po imprevedibile nei suo movimento, con una conseguente “difficoltà” nel prevedere nei dettagli quali zone saranno più coinvolte e quali meno. Ricordo che vortici depressionari così profondi possono portare fenomeni molto forti sulle aree esposte lungo il suo percorso.

Gli ultimi dati elaborati mostrano il minimo depressionario approfondirsi ulteriormente nelle prossime ore, muovendosi senza una traiettoria ben definita tra le coste nord Africane ed il Tirreno centro meridionale durante la giornata di domani, per poi iniziare a spostarsi verso nord est in direzione del medio/alto Adriatico Mercoledì.
Questo vortice sarà responsabile di un peggioramento del tempo anche sulla nostra regione sopratutto tra domani e Mercoledì, quando si attiveranno intense correnti molto umide meridionali in quota e venti da sud est al largo (Scirocco) e da est (Bora) anche forti che daranno vita ad una fase di maltempo localmente anche forte, con precipitazioni intense specialmente dalla seconda parte della giornata di domani. Ritornerà la neve sulle montagne, con quantitativi abbondanti oltre i 1.400/1.500 metri, con quota neve in calo in serata e nella giornata di Mercoledì.
Un mix tra Scirocco al largo e Bora sotto costa da est/sud est, favorirà il fenomeno dell’acqua alta che a più riprese tra domani e Mercoledì interesserà l’area lagunare della nostra regione, fenomeno che verrà incentivato anche dalla formazione di un minimo depressionario secondario sull’alto Adriatico, che porterà ad un ulteriore calo della pressione.
Non posso escludere la possibilità che si formino delle convergenze tra correnti di Bora e Scirocco in grado di generare sistemi temporaleschi rigeneranti in grado di insistere in loco per diverso tempo, andando a scaricare ingenti quantitativi di pioggia su aree ristrette del territorio.
Come spiegato all’inizio si tratta di una situazione un po imprevedibile, che andrà seguita in now casting, con la possibilità che tale previsione possa subire delle modifiche anche a poche ore prima della fase clou del peggioramento.

Domani dunque cielo nuvoloso o coperto con piogge sparse generalmente moderate alternate a fasi più asciutte, ulteriore peggioramento del tempo specialmente dal pomeriggio con piogge diffuse anche a carattere di rovescio. Nevicate in montagna oltre i 1.500 metri circa, con quota neve in calo dalla serata. Bora moderata su pianura, sostenuta sulla costa in ulteriore rinforzo dal pomeriggio/sera quando si avranno raffiche forti. Possibile acqua alta in laguna specialmente la mattina e alla sera. Possibili locali fasi di forte maltempo tra la sera e la nottata su Mercoledì. Precipitazioni che insisteranno anche Mercoledì in un contesto instabile, con i fenomeni più intensi durante la prima parte della giornata e quota neve più bassa sulle Alpi Giulie. Possibile acqua alta anche Mercoledì mattina.


Focus acqua alta: come riporta il grafico sottostante ISPRA riferito a Grado, questa fase di maltempo dovrebbe portare 3 picchi di marea alta, uno domani mattina stimato a 136 cm, uno domani sera stimato a 144 cm e il terzo Mercoledì mattina con una punta di 147 cm. Logicamente sarà fondamentale osservare come interagiranno esattamente i fenomeni sopra descritti per il verificarsi di questo fenomeno, e non escludo che tali valori possano calare o anche aumentare rispetto alle quote ipotizzate dalle elaborazioni.
Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
 
Messaggi: 26933
Iscritto il: domenica 3 febbraio 2008, 2:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Meteo, previsioni, natura, ecologia ec.....

Messaggioda president » martedì 12 novembre 2019, 15:10

mal tempo in tutta l'Italia CHIOGGIA. Allarme acqua alta per domani e mercoledì mattina. E il sindaco, con il sistema di allarme telefonico, invita i residenti del centro a spostare le auto in tempo. Questo anche perché le sirene di allertamento a Chioggia potrebbero essere fuori servizio.

A causa di previsioni di marea di 145 centimetri, quindi superiori ai limiti di portata del Baby Mose (che ferma la marea fino a 130), l’amministrazione ha chiesto ai residenti di tenersi pronti e adottare tutte le precauzioni del caso.
Immagine
Immagine

Le spettacolari foto di una tripla tromba marina al largo dell'isola d'Elba

Nelle acque dell'isola d'Elba oggi, sabato 9 novembre, si sono formate tre trombe marine, una accanto all'altra, avvistate anche dalla costa. Il fenomeno, a dir poco spettacolare, è stato immortalato in alcuni scatti da Luciano Costa, un residente di Marciana
Immagine
Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
 
Messaggi: 26933
Iscritto il: domenica 3 febbraio 2008, 2:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Meteo, previsioni, natura, ecologia ec.....

Messaggioda president » mercoledì 13 novembre 2019, 9:57

Avevo detto settimana monsonica e in questa nottata tra scirocco e maree è stato un dramma
GRADO. Gravi danni e disagi questa sera per la città di Grado è raggiunta dalle acque del mare.

Il centro cittadino è stato allagato con conseguente chiusura del traffico veicolare da parte della protezione civile che sta monitorando costantemente la situazione.

Anche il ponte, all’altezza del ristorante Da Piero, che collega la città di Grado, è stato chiuso per il raggiungimento del livello massimo dell’acqua.
Immagine
https://www.ilgazzettino.it/nordest/pri ... J73o5-kuK4
Immagine
VENEZIA - Il Presidente del Veneto, Luca Zaia, ha attivato l'unità di crisi della Protezione civile regionale, dove sono operativi l'assessore regionale Gianpaolo Bottacin e il direttore della Protezione civile, Luca Soppelsa. Si stanno monitorando i danni provocati dall'eccezionale acqua alta a Venezia, con gravissime ripercussioni sull'intera laguna, ma si segnalano anche condizioni di allarme sull'intera costiera veneta, mentre preoccupa la situazione di alcuni fiumi, in particolare il Piave, perché il mare non riceve. Sono stati attivati collegamenti con il Dipartimento della Protezione civile nazionale e con il Comando nazionale dei Vigili del Fuoco. Oggi, mercoledì 13, giungerà alla sala operativa regionale, a Marghera, il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli.

https://video.ilpiccolo.gelocal.it/loca ... ok7ztqSBf0
Trieste si è svegliata letteralmente sott'acqua la mattina di mercoledì 13 novembre. Dopo le piogge incessanti iniziate nella giornata di martedì, piazza Unità e tutta la zona delle Rive risultano allagate. Notevoli i disagi al traffico. Il video è di Andrea Lasorte



Le impressionanti immagini dell'eccezionale acqua alta a Venezia che alle 23 di Martedi 12 Novembre 2019 ha toccato quota 187cm
Si è allagata l'82% della città e a peggiorare le cose in laguna laguna sono stati gli effetti di raffiche di vento non previste da 100 km/h.
Danni ingenti anche alla basilica a San Marco dove la cripta è finita sotto 1,10 metri di acqua, vaporetti affondati, 2 morti a Pellestrina come riporta IL GAZZETTINO.
Oggi le scuole resteranno chiuse. Il sindaco Brugnaro: un disastro questa volta

Immagine
Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
 
Messaggi: 26933
Iscritto il: domenica 3 febbraio 2008, 2:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Meteo, previsioni, natura, ecologia ec.....

Messaggioda president » mercoledì 13 novembre 2019, 11:21

È emergenza maltempo a Napoli. Alle 3.15 di questa notte s'è aperta una maxi voragine in via Udalrigo Masoni, all'altezza dei civici 46 e 63: 25 nuclei familiari sono stati sgomberati dai vigili del fuoco in via precauzionale. Sul posto presenti i pompieri del nucleo biologico chimico radiometrico, funzionari e tecnici di Abc, Italgas e Enel, agenti di polizia municipale e protezione civile.
È emergenza totale in tutta la città e la provincia: alla sala operativa dei vigili del fuoco di Napoli sono arrivate centinaia di segnalazioni e altrettanti interventi da effettuare tra allagamenti (strade e abitazioni) e alberi abbattuti a seguito della bomba d'acqua di questa notte.
Immagine
Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
 
Messaggi: 26933
Iscritto il: domenica 3 febbraio 2008, 2:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Meteo, previsioni, natura, ecologia ec.....

Messaggioda president » martedì 19 novembre 2019, 18:01

Grandi piogge in questo Novembre sulla nostra regione, è record a Tolmezzo
Le ripetute fasi di maltempo da inizio mese ad oggi hanno portato tantissima pioggia che a più riprese ha interessato tutto il nostro territorio, a Tolmezzo record storico almeno dal 1960, e non escludo che tra stasera e domani sera qualche altra località possa battere nuovi record piovosi per il mese di Novembre, senza contare poi che entro fine mese ci potrà essere forse ancora occasione per qualche passaggio piovoso.

Dati centraline Osmer micros 1-17 Novembre 2019:
Barcis 716,6
Capriva 290,7
Cervignano 326
Chievolis 902,2
Codroipo 297,8
Enemonzo 801,3
Fagagna 366,1
Forni di Sopra 474,5
Fossalon 277,9
Gemona 459,4
Gradisca 303,8
Lignano 195
Musi 773,4
Palazzolo 277
Piancavallo 702,8
Talmassons 225,3
Tolmezzo 1000,6 (RECORD)
Trieste 263,1
Udine 279,5
Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
 
Messaggi: 26933
Iscritto il: domenica 3 febbraio 2008, 2:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Meteo, previsioni, natura, ecologia ec.....

Messaggioda president » martedì 26 novembre 2019, 21:46

Ancora piogge sul Friuli con temperature miti, nessuna fase fredda o ondata di gelo imminente!
Dopo un paio di giornate più stabili, una nuova saccatura Atlantica tende ad avvicinarsi da ovest e sarà la responsabile di un veloce peggioramento del tempo nella giornata di domani. Anche questa volta, la saccatura attiverà un richiamo di correnti miti meridionali che faranno cadere la neve a quote elevate per il periodo. La saccatura poi proseguirà il suo movimento verso est, ma riuscirà a influenzare in parte il tempo sulla nostra regione anche nella giornata di Giovedì con dell’instabilità sparsa. La seconda parte della settimana, al momento vedrebbe la presenza di una depressione posizionata sull’Europa nord orientale e un’alta pressione tra Inghilterra e Islanda che potrebbero favorire la discesa di correnti più fresche in quota proveniente dal mar di Norvegia verso il fine settimana. Gli effetti di questo passaggio d’aria più fresca sarà avvertito prevalentemente in quota, con le temperature che scenderebbero attorno a valori più consoni per il periodo, forse temporaneamente al di sotto delle medie di un paio di gradi.

Domani cielo nuvoloso o coperto con possibili locali e residue schiarite in mattinata. Avremo piogge inizialmente sparse deboli, localmente moderate ma con una graduale estensione ed intensificazione dei fenomeni dal pomeriggio, quando saranno probabili piogge abbondanti anche sotto forma di rovesci. In serata piogge diffuse anche intense, saranno possibili dei temporali. Quota neve inizialmente attorno ai 1600 metri circa, poi con l’ingresso delle correnti miti il limite delle nevicate si alzerà oltre i 1800 metri circa, con quota più elevata sulle prealpi e forse leggermente inferiore su alcune aree interne. Nella notte su Giovedì si dovrebbe avere un attenuazione dei fenomeni ad iniziare dalle aree occidentali della regione. Sulla costa si intensificherà lo Scirocco, che sarà sostenuto in serata con qualche raffica forte. Le temperature minime saranno in aumento.


Giovedì giornata variabile/instabile, con nuvolosità alternata a schiarite. Saranno possibili dei piovaschi sparsi o qualche rovescio moderato più probabili sulla fascia centro orientale della regione. Giornata umida con foschie e qualche nebbia specialmente durante la notte e nelle prime ore della giornata.


Nelle ultime ore si legge e si stente veramente di tutto tra siti di informazione generica e siti di disinformazione meteo… si parla di gelo, di freddo intenso in arrivo nel fine settimana e nei primissimi giorni di Dicembre. Come sempre invito a diffidare da siti, notiziari e pagine Facebook anche autorevoli che esordiscono con titoloni apocalittici gelidi per i prossimi giorni. Nel fine settimana, riallacciandomi alla breve analisi sopra descritta, l’aria più fresca in arrivo farà si calare le temperature, ma sarà un calo che registreremo prevalentemente in quota, al suolo invece probabilmente assisteremo ad un calo delle temperature minime notturne che non faranno altro che avvicinarsi ai valori medi tipici del periodo, ma non di certo gelidi. Dopo un lungo periodo caratterizzato da correnti miti, è difficile catapultarci nel giro di 48 ore in una fase gelida. Per il dopo… (prossima settimana) meglio attendere ancora qualche giorno per avanzare le prime analisi, ne avevo parlato nello scorso aggiornamento dove spiegavo le variabili possibili:
https://www.facebook.com/photo.php?fbid ... 521&type=3
Ad oggi, i vari centri di calcolo sembrerebbero indirizzarsi verso la seconda ipotesi descritta. Diversi siti e pagine hanno/avevano già sentenziato la prossima settimana con scenari freddi e neve quasi in pianura al nord, ma… sviluppare previsioni a 200 ore riportando solamente ciò che disegna un modello matematico senza tener conto di tutte le variabili in gioco che aumentano notevolmente con la distanza, spesso finiscono in bolle di sapone. Attendiamo...
Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
 
Messaggi: 26933
Iscritto il: domenica 3 febbraio 2008, 2:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Meteo, previsioni, natura, ecologia ec.....

Messaggioda president » martedì 17 dicembre 2019, 12:31

Manuel Colitti‎
a
Il tempo di Manuel
2 min ·
Dicembre? No... Ottobre! Meteorologicamente parlando… settimana mite e piovosa, neve a quote proibitive per il momento.
17 Dicembre 2019, zero termico a 3.311 metri di altitudine! Quasi nessuna zona della regione dalla costa alle montagne è andata al di sotto dello zero, solamente in due località in alta quota… al rifugio Marinelli la stazione meteorologica posizionata a 2.180 metri di altitudine ha segnato una minima di -2.2 gradi e sul Canin dove la stazione Arso ha segnato -1.7 gradi.Sul monte Lussari a 1.743 metri la temperatura minima della scorsa notte è stata di +1,5 gradi.

Il tutto è causato ad un affondo depressionario sull’Europa occidentale che si spinge fino all’Algeria, con conseguente risalita di masse molto calde e stabili in quota dalla Libia verso l’Europa centro orientale, dove viene alimentato un possente anticiclone che rallenterà notevolmente la normale transizione delle correnti da ovest verso est (anticiclone di blocco).
La nostra regione si trova e si troverà un po nel mezzo tra le depressioni ad ovest e l’alta pressione di blocco ad est. Con questa dinamica sul Friuli avremo la risalita di correnti molto miti inizialmente secche alle alte quote e più umide negli strati inferiori.
Attendiamoci dunque giornate umide, con foschie, spesso nuvolose o coperte, con qualche schiarita e la possibilità di piogge sparse generalmente deboli o moderate anche a carattere di rovescio che a più riprese interesseranno la nostra regione, sulla fascia prealpina le precipitazioni dovrebbero risultare più abbondati grazie all’insistenza delle correnti umide che impatteranno sulle montagne.
La permanenza di un minimo di bassa pressione sul Mediterraneo e la presenza di una vasta circolazione depressionaria atlantica in avvicinamento alla nostra regione da ovest, porterà durante la seconda parte della settimana un intensificazione delle correnti molto umide meridionali anche in quota ed il passaggio di alcuni fronti, che porteranno giornate perturbate con precipitazioni più intense e diffuse.

Settimana autunnale dunque, con frequenti precipitazioni e nevicate a quote veramente elevate per il periodo, oltre i 2.100/2.200 metri. Solamente da Giovedì sera e Venerdì la neve potrebbe scendere al di sotto dei 2.000 metri, ma serviranno ulteriori analisi nei prossimi giorni per poter confermare o meno questa tendenza. Temperature che continueranno a mantenersi levate per il periodo sia in quota, che nei valori minimi e massimi di vallate, pianura e costa.

Configurazioni invernali possibili per un ritorno alla normalità? Ancora presto per dirlo, qualcosa sembrerebbe muoversi verso gli ultimissimi giorni dell’anno, ma siamo veramente troppo distanti per poter azzardare qualcosa.

Immagine dal satellite questa mattina dove si possono ben osservare le nubi orografiche (a onde) create dalla massa d'aria calda in quota che scavalca l'arco alpino e si spinge verso nord.

Buona giornata
Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
 
Messaggi: 26933
Iscritto il: domenica 3 febbraio 2008, 2:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

PrecedenteProssimo

Torna a Parlando del piu' e del meno

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron