Carnia Classic Zoncolan Crostis

Le foto scattate ai vari ritrovi, i report dei nostri giri e delle nostre vacanze
Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
Messaggi: 27197
Iscritto il: 3 febbraio 2008, 1:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Carnia Classic Zoncolan Crostis

Messaggio da president »

http://www.turismofvg.it/Evento/88555/C ... s-Zoncolan
Noi ci saremo! :sisi:
Immagine

Immagine

La partenza avverrà da Tolmezzo alle ore 8.30

I primi 10 km sono pianeggianti, sarà l’unico tratto in cui si pedalerà in gruppo a ritmo sostenuto.

Dopo l’abitato di Cedarchis svoltando a destra inizierà il primo tratto di salita, circa 6,5 km, strada stretta con pendenze abbordabili.

In località Rosa dei venti inizia un tratto ondulato che passando accanto alla spettacolare cascata di Salino e attraversando caratteristici borghi, porta a Paularo.

Attraversato il ponte sul torrente Chiarsò è il momento di preparasi alla prima salita della giornata: il Duron.

Salita corta, ma ripida e senza tratti di recupero. I primi 400 metri sono davvero impegnativi con una rampa micidiale al 18%. In corrispondenza del cimitero, di colpo la strada si allarga e la pendenza cala, ma poi riprende a superare il 10% e sarà così quasi fino allo scollinamento.

Dopo un saliscendi inizia la veloce e tecnica discesa verso Paluzza, attraversando prima Ligosullo e poi Treppo Carnico.

Nel tratto in falsopiano si consiglia di rifocillarsi perchè dopo aver superato il torrente But a Cercivento inizia la seconda e non “facile” salita che ci porta a Sella Valcalda, non è di certo lunga, solo 6,5 Km, ma presenta almeno 2 Km oltre al 10% tutti esposti al sole e con soli 2 tornanti.

Ultimata questa seconda fatica, approfittate del ristoro, infatti la rapida discesa ci porta velocemente a Comeglians e qui mancano solo 5 Km all’inizio dello Zoncolan.

Arrivati ad Ovaro inizia la sfida fra se stessi e questa mitica salita, il vero avversario da battere.

E’ tra le salite, ciclisticamente parlando tra le più impegnativa dell’intera Europa. Si tratta di uno di quei mostri sacri che, negli anni, sono divenuti una specie di simbolo per quanto concerne le difficoltà da affrontare, che in questo caso riguardano soprattutto le pendenze.

La salita, in effetti, non è lunghissima, ma quello che la rende terribile è il dislivello che impone su una lunghezza limitata; i numeri non mentono: 10 Km per 1210 metri di dislivello complessivo, con pendenze massime del 22%.

Ma sono cifre aride. Solo dopo averlo scalato si può capire il significato della frase: “Ho fatto lo Zoncolan da Ovaro”.

I primi 2 km sono relativamente semplici, e la pendenza non supera il 12%. Arrivati a Liariis si gira a destra si percorrono 500 metri in piano e poi: “Benvenuti all’inferno”.

Iniziano i famigerati 6 km centrali dello Zoncolan; sono davvero implacabili e non offrono mai un momento di pausa. I tornanti sono quasi sempre ripidissimi e solo in due brevi tratti la pendenza cala al 8%.

Giunti al bivio per la Malga Pozzof si può finalmente respirare e vedere la velocità superare i 10 Km/h.

Una piccola discesa porta ad affrontare l’ultima rampa al 18% che si conclude all’imbocco della prima galleria. Usciti dalla terza e ultima galleria si entra nell’anfiteatro naturale dello Zoncolan, ma per guadagnare la vetta si devono superare ancora 4 ripidi tornanti.

In cima, a quota 1735, la fatica è finalmente conclusa.

La discesa successiva per i primi 3 km è impegnativa: CONSIGLIAMO DI MANTENERE UNA VELOCITA’ RIDOTTA SPECIALMENTE IN PROSSIMITA’ DI CURVE E TORNANTI.

Poi la strada diventa larga e la discesa diventa davvero entusiasmante.

Arrivati a Sutrio mancano ormai 16 Km all’arrivo su un percorso in parte ondulato tra gli abitati di Zuglio e Caneva di Tolmezzo.

Immagine
La partenza avverrà da Tolmezzo alle ore 8.30

I primi 15 km sono prevalentemente pianeggianti, poi due brevi salite ci porteranno ad Ampezzo. Siamo al 21° km ed ecco le montagne. La salita per la Sella di Razzo è splendida, varia nella pendenza e nell’ambiente. All’iniziale dolce ascesa tra i boschi di faggi e betulle segue un tratto sospeso sopra i profondi dirupi del torrente Lumiei, poi una lunga serie di gallerie in salita ci priveranno la vista di questo incredibile paesaggio. Rivedremo “la luce” al 10° km della salita proprio passando a fianco dell’imponente diga del lago di Sauris. Un chilometro di piano e poi si continua in salita con una pendenza che si avvicina al 10%, per attraversare in sequenza i paesi di Sauris di Sotto e Sauris di Sopra.

Passato quest’ultimo troveremo 4 km pianeggianti seguiti da altrettanti di salita in cui la pendenza si farà decisamente sentire. Un tratto al 15% e la vista panoramica delle Dolomiti vi faranno capire che la salita è finita.

Siamo in Cadore (provincia di Belluno) a quota 1805 slm. Seguiranno 26 km di discesa lungo la Val Pesarina fino a Comeglians ai piedi del Crostis.

E’ qui che inizia una salita epica e molto spettacolare. E’ l’ascesa più bella del Friuli e in durezza e’ superata solo dallo Zoncolan.

Presenta 14,5 Km di lunghezza, 1420 m di dislivello e una pendenza media del 9,8%, con punte del 20%.

La salita e’ divisa in tre tratti ben distinti.

Il primo inizia quando si supera il ponte sul rio Margò e offre degli scorci molto belli sul Canal di Gorto e la Val Pesarina con pendenze costanti intorno al 10%. Poco prima dell’abitato di Tualis inizia un tratto pedalabile, ma appena si esce dal paese per inoltrarsi nel folto bosco di abeti, le pendenze ritornano a incattivirsi.

Inizia a questo punto la seconda parte dell’ascesa, costantemente impegnativa su una carreggiata stretta dal fondo ruvido.

Gli unici momenti in cui è possibile “rifiatare” sono alcuni dei diciotto tornanti che separano lunghi rettilinei dalle pendenze comprese tra il 10 e il 14%. Fortunatamente l’ombra offerta dalla stupenda abetaia mitiga lo sforzo.

Intorno al 12° Km il bosco inizia a diradarsi e si intravedono i grandi prati che ricoprono la parte sommitale del massiccio del Crostis.

Inizia la terza parte.

E’ la più dura con pendenze che raggiungono punte del 18-20% ma che offre anche uno stupendo panorama, sempre che ci siano forze sufficienti anche per tenere la testa alta…

Questi 3 Km finali, che iniziano con 9 stretti e ripidi tornanti in veloce successione, ricordano quelli dello Zoncolan. Dopo l’ultimo tornante resta da affrontare il rettilineo finale che diviene via via meno impegnativo finché, dopo una curva cieca, non si scollina.

Sulla sommità il cronometraggio viene interrotto per essere poi riattivato dopo 17 km.

Si può quindi approfittare del ristoro a fianco della Casera Chiadinis.

La strada poi prosegue a mezza costa per circa 7 Km, di cui 5 Km su sterrato, e’ la “Panoramica delle vette”. La denominazione e’ quanto mai azzeccata.

Quando la strada torna asfaltata inizia la non velocissima discesa di circa 10 Km fino a Ravascletto.

Da questo punto si riattiverà il cronometraggio per percorrere gli ultimi 23 km di cui 7 di discesa veloce fino a Sutrio e i restanti pianeggianti fino a Tolmezzo.

Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
Messaggi: 27197
Iscritto il: 3 febbraio 2008, 1:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Carnia Classic Zoncolan Crostis

Messaggio da president »

Questo post è di Diamantino :

color=#FF0000]Gran giornata oggi sotto più punti di vista :quindi:
Meteo eccezzionale :cuoricini:
Strade belle :ok:
Carnia che ha indossato il vestito della festa :up:
Ritrovo ad ore antelucane ma tutti puntuali e precisi :zzzz:
Leggero ritardo sulla tabella di marcia ma la guida Dino porta egregiamente a termine il compito di portare il lungo serpentone formato da 18 moto alla partenza ( senza le sue strade panoramiche ) :mrgreen:
Lunghe e dettagliate le direttive e sarà un'altra occasione in cui non potremo sbagliare :quindi:
C'era davvero la giusta tensione da parte di tutti oggi :tromba:
President, Vagabond, Che, Battista tutti in gran forma :cannone:
Pronti via ed i corridori sono già a tutta :wall:
Immediatamente ci si divide i compiti ed anche i collegamenti radio sono all'altezza :pc:
Al primo rifornimento qualcuno affronta la discesa non con il coltello tra i denti ma con un panino :chiocs:
Strade nuove per molti di noi e davvero panoramiche, in conclusione il Mostro lo Zoncolan dal versante di Ovaro, per molti di noi un classico :ban:
Alla fine pubblico riconoscimento per tutti noi ed appuntamento a domani ma sarà un'altra storia anche dal punto di vista meteo :wall:
Qui le foto:
https://picasaweb.google.com/1098760282 ... Agosto2012[/color]
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
Messaggi: 27197
Iscritto il: 3 febbraio 2008, 1:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Carnia Classic Zoncolan Crostis

Messaggio da president »

Ore 5-30 non ci posso credere suona la sveglia :tromba: avevo preparato quasi tutto . Parto faccio l'autostrada per guadagnare tempo e fermarmi la grill per brioche e cappuccio ma la velocità mi fa piegare la bandierina mi fermo e trovo rimedio. Arrivo alle 6 .45 all' appuntamento esatto!! Tutto il gruppone era presente in orario . Diamantino da le direttive specie ad alcuni novizi su come comportarsi....Ripartiamo Dino apripista ma a Tolmezzo ha dei tentennamenti Diamantino lo recupera ed arriviamo alla partenza. Anche scambio di notizie e ordini vari tra le forze che porteranno avanti la Carovana : noi della Motostaffetta in 18 , la polizia con 4 moto, i direttori di corsa spiegano quali potrebbero essere le difficoltà. 8.30 scatta l'ora X si parte i novizi in avanti quelli con esperienza dietro . Tutto procede bene anche i contatti radio aiutano moltissimo a percepire il quadro della situazione corsa che varia in ogni momento. Un complimento ai novizi si sono dimostrati all' altezza della situazione .
Ora le foto: https://picasaweb.google.com/1054170117 ... iaClassic1

è mattino presto il sole sorge si sentono i primi cinguettii
Immagine
Il comandant da gli ordini di scuderia
Immagine
Immagine
lo ascoltiamo come un profeta
Immagine
qui con i direttori di corsa Masolino e Pecciar si studiano le possibili difficoltà
Immagine
anche qui si danno direttive
Immagine
foto di gruppo prima della partenza
Immagine
tornanti sullo Zoncolan
Immagine
Immagine
giornata stupenda sole a manetta
Immagine
direzione Nord Est
Immagine
dalla luce forte al buio ci siamo quasi alla vetta
Immagine
arrivati
Immagine
Immagine
Immagine
ecco lo stadio del Ciclismo qui si sono scritte pagine importanti e posso dire io c'ero
Immagine
Immagine
ci avvantaggiamo in modo da fare rifornimento idrico Diamantino via radio ci da la posizione dei primi in modo da ripartire
Immagine
finita la gara tutto bene !! nessun intoppo allora andiamo al punto di ristoro Francesco il solito arriva per primo ....
Immagine
Cesare si disseta
Immagine
Naturalmente nel dopo gara ci si confronta su cosa sia andato bene e male
Immagine
questo con gli occhi tirati non la racconta giusta
Immagine
Ecco cos' era fame
Immagine
anche qui si accendono discussioni...
Immagine
Ecco Patron Cainero organizzatore dell' evento prepara e studia per domani c'è il Crostis
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine Si sciolgono le righe si rientra ma io e Francesco facciamo una parte del giro di domani e so che il punto del ristoro è a Sauris . Scendendo per Casera Razzo, Comeglians
Ecco la torre di Pisa carnica
Immagine
Già domani non so ma le previsioni dicono questo :
Cielo da variabile a nuvoloso con temporali sparsi a ovest, diffusi a est. In nottata e fino al primo pomeriggio di domenica sarà possibile qualche temporale forte, anche con locali piogge molto intense e forti raffiche di vento, più probabile sulla fascia orientale della regione. Nel pomeriggio probabili schiarite sulla fascia occidentale mentre a est le piogge saranno più persistenti. Poi ampi rasserenamenti con qualche residuo rovescio. Sulla costa prima Scirocco o Libeccio e poi Bora, altrove vento da nord anche forte. Farà più fresco.
Non sarà facile ma ci proveremo :welcome:

Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
Messaggi: 27197
Iscritto il: 3 febbraio 2008, 1:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Carnia Classic Zoncolan Crostis

Messaggio da president »

Ore 5 drin drin :tromba: sveglia :wall: parto con il pensiero delle previsioni del tempo :quindi: Ebbene abbiamo avuto un gran :bottom: "c@@o "per nostra fortuna il brutto tempo è arrivato dopo che noi siamo rientrati a casa !! Altrimenti la vedevo dura sul Crostis :sisi: . Detto questo arrivo alle ore 6 all' appuntamento: cappuccino e brioche. A quell' ora troviamo nella pasticceria un addio al celibato e un personaggio strano che ha voluto fare la foto con noi. Ripartiamo per il secondo pit stop: l'apripista Dino cjalderie arriva lungo ancora una volta e:quindi: rischia di fare la motoscopa :angel: Bene ora ci siamo tutti: andiamo a Tolmezzo luogo della partenza, ultime disposizioni e momenti frenetici. Io avrò il compito più pesante: porterò Patron Cainero, il profeta delle gare ciclistiche che contano in Friuli. Già! Oggi la mia Varadero con due pesi massimi sopra, in prova speciale sul Crostis, si è comportata davvero bene ! Parte il giro: io sarò sempre nel cuore della corsa!! Cainero con molta passione incoraggia i ciclisti: ci adoperiamo per dare i distacchi. Cainero ha solo la giacca dell' antipioggia e il casco senza visiera, ma è un alpino e non lo vedo per niente infreddolito nonostante un po' di pioggia sulla strada per Sauris .Per fortuna smette di piovere: siamo increduli addirittura si apre il cielo strano ma vero ....! Inizia la salita che porta a Sauris, si formano i gruppetti e i primi distacchi importanti . Scolliniamo a Casera Razzo a 1800 metri e ci avvantaggiamo con sosta tecnica a Comeglians. In discesa vado giù deciso ma la sosta è breve perchè sono già alle calcagna. Arrivano i primi due, decisamente bravi discesisti, affrontano la salita del Crostis e a metà vengono risucchiati da un gruppetto di 8 che man mano si sale diventeranno 5 poi all' arrivo cronometrato in cima resteranno solo in 2 !! Le ultime rampe sono micidiali: pendenza del 20 per cento!! Siamo allo sterrato: mi avvantaggio un po' ma sento urlare, sono sti due pazzi ciclisti scatenati, li lascio passare e mi metto a ruota . Da lassù un bellissimo paesaggio, un vero peccato non fermarsi ! Da qui in poi dovrò impegnarmi con la guida, siamo in discesa, la strada è stretta e i due pazzi van giù come dei proiettili !! Stento a seguirli: vuoi il peso, vuoi il manto stradale bagnato, solo a fine discesa quando ci immettiamo nella statale con asfalto asciutto li riprendo ! Hanno punte di 90 km all'ora !! In una curva il secondo ciclista fora, tira una sbandata da paura, schiva il muretto e per fortuna riesce a stare in strada miracolosamente . Arriva il cambio ruote: il secondo fuggitivo lo aspetta e arriveranno assieme al traguardo . Non sono un esperto in ciclismo ma penso che i primi 10 ciclisti fossero ex professionisti. Che dire: noi della Motostaffetta abbiamo svolto come sempre il nostro compito con massima passione e professionalità, siamo stati graziati dal tempo perciò meglio di così non poteva andare !!
spazio alle foto qui da quella piccola https://picasaweb.google.com/1054170117 ... 77/Crostis
qui da quella più seria https://picasaweb.google.com/1054170117 ... iaClassic2

come dicevo ecco il personaggio che ha voluto farsi fotografare: ore 6 del mattino
Immagine
si alza il sole, speriamo bene
Immagine
ci siamo tutti
Immagine
raggiungiamo Tolmezzo
Immagine
Immagine
prepararsi, tra un po' si parte
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
sono partiti
Immagine
Immagine
come si nota non c'era il sole di ieri
Immagine
qui siamo sulle rampe di Sauris
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
seconda rampa che spezza le gambe
Immagine
Immagine
Sauris di sopra
Immagine
avevo difficoltà a girarmi, adotto tecniche nuove per fotografare all'indietro :angel:
Immagine
Immagine
Casera razzo a 1800 metri: tira su, eccome se tira
Immagine
scendiamo a Comeglians
Immagine
caspita sono già qui
Immagine
ImmaginezJX14/UDpCOeZTgaI/AAAAAAABSTs/jBvigar_TGI/s640/SAM_7994.JPG[/img]
Immagine
siamo sulla salita del Crostis, strada stretta
Immagine
strano sto cartello: salita al 20 , limite di 30 , passaggio mukke
Immagine
Il Crostis è un ammazza gambe, anzi le spezza !
Immagine
c'è nuvolo ma siamo contenti, non ci sono i temporali
Immagine
questa per esempio è una delle ultime rampe: un vero peccato non vedere il Giro D'Italia per di qua.....
Immagine
Immagine
scolliniamo e inizia lo sterrato
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
già Contador cosa ci ha rovinato !
Immagine
Immagine
Immagine
eccoli i vincitori: sono della stessa squadra, il secondo forerà a 80 km in curva! Arriveranno a toccare i 90 km all'ora !!
Immagine
complimenti bravi
Immagine
eccoli all' arrivo i vincitori
Immagine
Qui Cainero va a complimentarsi con i vari ciclisti
Immagine
ecco il vincitore
Immagine
qui una trasfusione di aria: una moto è rimasta a corto di ossigeno
Immagine
le premiazioni
Immagine
Immagine
Immagine
Giorgio DI Centa
Immagine
Nel rientrare a Udine troveremo la pioggia, ma il peggio a livello meteo è arrivato più tardi. Noi però avevamo gia' la moto nel garage !!! Mandi mandi

Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
Messaggi: 27197
Iscritto il: 3 febbraio 2008, 1:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Carnia Classic Zoncolan Crostis

Messaggio da president »

Ecco foto che mi arrivano via facebook
qui si vede Io President , Cainero , e sotto la Varadero nonostante sia una grande moto con noi due sopra sembra un triciclo :angel:
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
i motostaffettisti di oggi
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
Messaggi: 27197
Iscritto il: 3 febbraio 2008, 1:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Re: Carnia Classic Zoncolan Crostis

Messaggio da president »

Ma per noi il protagonista è stato il meteo
Le previsioni che non sono certezze dicevano la notte e la mattinata venivano i temporali aria e tutto quanto fa brutto. Invece per nostra fortuna :amen: :amen: :amen: :amen: Mosè ha fatto ritardare di un paio di ore l'arrivo della perturbazione . Arrivata verso le ore 17 con vento forte pioggia e nubi poco rassicuranti pensare se arrivava quando si era sul Crostis mi viene male :mat:
ecco come si presentava in serata
Immagine
foto da casa mia
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
diamante nero
Messaggi: 2405
Iscritto il: 21 febbraio 2008, 18:38

Re: Carnia Classic Zoncolan Crostis

Messaggio da diamante nero »

Innanzitutto bisogna fare i complimenti per il livello e coraggio organizzativo dello staff Carnia Bike con a Capo il signor Forgiarini :ola:
Normalmente le corse ciclistiche girano attorno al "campanile"; organizzazioni come queste che osano è giusto che siano premiate da giornate che rimarranno impresse nella memoria di chi ha avuto il privilegio di partecipare. :sisi:
Due giornate intense iniziate prima dell'alba :zzzz:
Devo ringraziare tutti perchè si sono impegnati seriamente :mucchio:
Dino che se non può spazziare con strade alternative ce la mette tutta nel disorientare il gruppo. Il dritto di oggi al Fungo ne è la testimonianza a parte gli scherzi è stato soicamente fino alle 15 ad aspettare la seconda donna :ola:
DAvvero è un piacere constatare lo svarione meteo anche se al ritorno con Vagabond abbiamo tentato di recuperare l'acqua non presa in mattinata :grrr:
Riconoscimento a Renzo, Franco ed Enrico Amigus per il doppio impegno ciclistico al pomeriggio a Sa Vito al Tagliamento; lì non tutto è andato per il verso giusto non per demerito nostro :mazza:
Conferma del Valore a Bisiaco l'unico a scendere dal Crostis con i corridori alle costole :azz:
Il President versione moto blu con pezzo da 90 sul sellino era molto serio e compito nella parte. :tromba:
Adriano e Cesare che con le loro vecchiette hanno percorso assieme a tutti le salite :ok:
Battista stoico a portare in tutta sicurezza la prima donna :occhiorbite:
Qui le mie foto:
https://picasaweb.google.com/1098760282 ... Agosto2012

Avatar utente
VIRUSCAPONORD
Messaggi: 2920
Iscritto il: 3 febbraio 2008, 17:55
Località: S.SEBASTIAN UD.

Re: Carnia Classic Zoncolan Crostis

Messaggio da VIRUSCAPONORD »

:ok: :ok: che dire x il meteo avete avuto un gran :bottom: :bottom: x il resto bravi bravi !!!! :ok: :ok:
ps. complimenti al pilota di patron Cainero !!!! con oggi si è guadagnato un ulteriore titolo sul campo "Patron President" :ok: :ok: :ok:
"Wo wir fahren wollen, keine Notwendigkeit zu zwingen"

"Eliminato l'impossibile, tutto ciò che rimane,
anche se altamente improbabile,
corrisponde a verità"

Avatar utente
diamante nero
Messaggi: 2405
Iscritto il: 21 febbraio 2008, 18:38

Re: Carnia Classic Zoncolan Crostis

Messaggio da diamante nero »

Quindi caro Viruscaponord abbiamo un President al quadrato?! :quindi:
Con il Mosè le acque si aprivano al nostro passaggio :amen:
Un nome una garanzia :sisi:

Avatar utente
FRIUL*KAISER
Messaggi: 508
Iscritto il: 31 gennaio 2012, 8:39
Località: F.V.G. ITALY
Contatta:

Re: Carnia Classic Zoncolan Crostis

Messaggio da FRIUL*KAISER »

Super ..PresidentImmagine
"non si fanno prigionieri, non ci diamo prigionieri",Immagine

Rispondi