Rieka gare ....

Uscite tra i cordoli...
Rispondi
Avatar utente
president
Impennatore Bulgaro
Messaggi: 27018
Iscritto il: 3 febbraio 2008, 1:05
Località: san. osvaldo vicinanze manicomio UD

Rieka gare ....

Messaggio da president »

Volevo mettere a conoscenza il fantastico mondo delle due ruote, che oltre agli aspetti positivi del motociclismo PURTROPPO esistono anche degli aspetti negativi, quando purtroppo si partecipa ad un campionato "fatto in economia". E' una esperienza che purtroppo ho vissuto in prima persona.

Il mio team partecipa, anzi partecipava al Campionato Alpe Adria Cup Velocità, ormai da alcuni anni, con il pilota di punta Paolo Conti classe 125 sport production; durante la penultima gara di campionato, gara svolta in Croazia sul circuito di Grobnik il giorno 10 settembre 2000, a causa di una mossa scorretta, (zigzagare in gergo motociclistico) del pilota che precedeva il Conti, Faleskini Sergej di nazionalità slovena, il mio pilota è stato vittima di un pauroso incidente; portato nella pseudo infermeria dell'autodromo, in evidente stato confusionale (non riconosceva le persone che gli stavano attorno, le frasi che diceva non avevano senso), con molte delle abrasioni degli evidenti ematomi, gli è stato iniettato in mia presenza un sedativo (cosa che poi nei giorni seguenti riferita al primario di neurochirurgia all'ospedale di Trieste, che lo ha visitato,che senza mezzi termini, ci ha comunicato che in NESSUN caso quando c'è un evidente colpo alla testa si fà una cosa del genere), e solamente dopo due ore, guarda caso proprio in concomitanza della fine della manifestazione lo hanno trasportato al più vicino ospedale.

Non appena entrato in ospedale, il medico che lo ha accolto, ci ha subito domandato per quale motivo il ragazzo è stato trasportato dopo così tanto tempo in ospedale.

Altra cosa importante, il caro pilota Faleskini, con cui il Conti battagliava per la leadership del campionato, nonostante avesse violato l'art. 57.1 commi a) ed e) del regolamento manifestazioni motociclistiche, e nonostante il pilota che seguiva i due duellanti alla fine della gara fosse andato dal direttore di gara Igor Eskinia a denunciare il fatto; il caro Faleskini non è stato nemmeno ammonito.

EVVIVA LA SPORTIVITA'. Per finire, l'ospedale ci ha pure mandato il conto!!!!

Una domanda sorge spontanea, ma l'assicurazione obbligatoria che tutti gli organizzatori delle manifestazioni devono avere, cosa copre??? E.... come la Federazione Motociclistica Italiana, infanghi il proprio nome, e omologhi delle manifestazioni del genere. Ringrazio veramente di cuore il Presidente della F.M.I. dott. Sesti che solertemente mi ha risposto, ma dal mese di settembre io non ho la minima idea di come siano andate a finire le cose.

Spero proprio che questa mia venga pubblicata, anche per far evitare a delle nuove giovani "leve" di andare a rischiare la propria vita in posti dove non si ha l'assistenza dovuta, e dove i piloti non sono tutti uguali.

Cordialmente

Alessandra Cragnolin

Rispondi